Come risparmiare sulla spesa alimentare per la casa: i 10 consigli essenziali

//Come risparmiare sulla spesa alimentare per la casa: i 10 consigli essenziali

Come risparmiare sulla spesa alimentare per la casa: i 10 consigli essenziali

2018-04-23T16:13:07+00:00

Tra le cose alle quali non si può proprio rinunciare, sicuramente c’è il mangiare. Nonostante questo c’è la possibilità di risparmiare sulla spesa, prestando particolare attenzione alle proprie abitudini e alle proprie reali esigenze, facendo attenzione a ciò che gli scaffali dei supermercati propongono. Con un po’ di attenzione e di programmazione si riesce comunque a fare la spesa, spendendo meno di quanto si potrebbe pensare.

Consigli utili per risparmiare sulla spesa

Proponiamo di seguito alcuni consigli utili per risparmiare sulla spesa ed evitare sprechi sia di soldi sia di prodotti alimentari acquistati e poi mai utilizzati.

La lista delle cose da comprare

La cara vecchia lista della spesa, su un foglio di carta o su un appunto dello smartphone, è di vitale importanza per tantissimi motivi. Oltre alla comodità di avere sempre a portata di mano tutto ciò che bisogna acquistare, si ha la possibilità di concentrarsi solo su quello e non venire distratti dall’acquisto di altri prodotti. Spesso, infatti, si va a fare la spesa in maniera generica, riempiendo il carrello di prodotti e quantità degli stessi superiori alle esigenze, ritrovandosi con il frigo e la dispensa oltre le reali necessità. Conviene quindi programmare i pasti della settimana e acquistare solo quello che realmente si vuole consumare.

La spesa va fatta da sazi

Può sembrare una sciocchezza, ma questo consiglio è figlio della saggezza popolare, del buon senso e della realtà: fare la spesa quando si ha fame porta a comprare più cose, spesso non fondamentali, come snack e merendine varie. Ecco allora che conviene andare a fare la spesa dopo pranzo, con calma, in modo da fare scelte oculate e non, letteralmente, di pancia.

Le buste

Oltre all’indiscussa qualità e comodità delle buste di stoffa o di tela rispetto a quelle biodegradabili dei supermercati, quando si va a fare la spesa è importantissimo ricordarsi di portarsele dietro. Anche se una busta costa poco, oltre a durare giusto il tempo di tornare a casa (e a volte nemmeno quello), a lungo andare anche quel poco incide sui costi e per risparmiare sulla spesa conviene quindi di portarsi da casa le buste.

Il mercato

Nonostante il supermercato sia evidentemente molto comodo perché in un unico posto si trova di tutto, dagli alimenti freschi a quelli confezionati, passando per i detersivi e tutto il resto, spesso fare parte della spesa al mercato è più conveniente. Soprattutto per quanto riguarda la verdura e la frutta di stagione, i banchi del mercato offrono prezzi migliori e di prodotti a km 0, non importati e che quindi costano meno.

I prodotti sfusi

I pacchi famiglia, le grandi confezioni alimentari, incidono sul costo finale dei prodotti. Il consiglio è quindi di comprarli sfusi, risparmiando così sul 35% del prezzo finale e, ancora una volta, acquistando solo la quantità di cui si ha realmente bisogno.

I piatti pronti

La comodità è fuori discussione, ma sul costo dei piatti pronti qualche considerazione la si deve fare. Questi costano sicuramente molto di più di quanto pagheremmo per prepararli in casa. Sono quindi da evitare, per risparmiare sulla spesa, la pasta pronta, la frutta e la verdura già tagliata o l’insalata in busta. Inoltre i cibi pronti contengono molti additivi e conservanti, che vanno ad incidere sulla digeribilità e bontà a livello di salute.

Le promozioni

Questo è un argomento molto delicato: non tutte le promozioni sono delle offerte. A conti fatti spesso i prodotti in promozione non costano meno o, peggio, costano anche di più di quanto li avremmo pagati non in promozione. Inoltre non bisogna farsi ingannare: non bisogna acquistare prodotti per il semplice fatto che sono in promozione, ma solo se sono realmente necessari. Le promozioni, invece, possono essere interessanti per i prodotti per l’igiene e la pulizia della casa (carta igienica, scottex, detersivi, eccetera) che non deperiscono e servono sempre.

Prezzo al litro e al kg

Un consiglio utile per risparmiare sugli acquisti alimentari è quello di confrontare i prodotti per il prezzo al litro o al kg. Le confezioni e i prezzi finali sono spesso ingannevoli, motivo per cui bisogna prestare sempre molta attenzione.

Le app

La tecnologia può venire in soccorso: oltre che per prendere appunti lo smartphone può essere utilizzato per consultare le app dedicate al risparmio. Queste applicazioni controllano i vari volantini e i prezzi dei vari supermercati di zona e vi dicono qual è il supermercato dove un determinato prodotto costa meno. Il consiglio è quello di organizzarsi con la spesa ed evitare di girare in continuazione; magari si risparmia sul singolo prodotto, ma poi ci si rimette di tempo e carburante della macchina (specie se il supermercato non è vicino casa).

Le tessere sconto

Sia i supermercati, ma anche altre realtà (come i fornitori di corrente elettrica o gas), forniscono tessere sconto e carte fedeltà che permettono di maturare sconti o buoni spesa. In questo caso bisogna stare attenti a non farsi prendere dalla frenesia di completare la scheda e raggiungere l’obiettivo, spendendo quindi di più del necessario.

Autore: Daniele Diggy

Scrivi un commento