Come risparmiare sulla bolletta della corrente elettrica, i 5 consigli e dritte utili

//Come risparmiare sulla bolletta della corrente elettrica, i 5 consigli e dritte utili

Come risparmiare sulla bolletta della corrente elettrica, i 5 consigli e dritte utili

2018-04-23T16:09:09+00:00

I costi delle utenze di casa, sia di proprietà che in affitto, sono sempre una variabile con la quale fare i conti ogni mese, o ogni bimestre. A incidere notevolmente su questa spesa è la variazione che i costi dell’energia possono subire.

Non si può nemmeno pensare di fare a meno dell’energia elettrica, essendo vitale per diversi impianti della casa. Diventa allora fondamentale individuare soluzioni per risparmiare sulla bolletta della corrente elettrica.

I 5 metodi per risparmiare sulla bolletta

Ridurre i costi della bolletta, come detto, è fondamentale per far quadrare i conti di ogni famiglia. Allo stesso tempo è utile affrontare il problema per ridurre gli sprechi e il conseguente inquinamento.

Abbiamo maturato negli anni tante abitudini, alcune delle quali possono essere riviste per risparmiare sui costi dell’energia elettrica, senza per questo rinunciare allo stile di vita che si è scelto di avere. Vediamo quindi 5 metodi, consigli utili, per ridurre le spese della bolletta elettrica.

Gli infissi di casa

Un primo aspetto da valutare per ridurre i consumi e risparmiare sulla bolletta è quello della qualità degli infissi. Una casa con porte e finestre non più efficienti ha un’elevata dispersione di calore che richiede, sia d’estate con il condizionatore che d’inverno con i termosifoni, di consumare energia per raggiungere e mantenere la temperatura richiesta.

Inoltre è bene riscaldare (o rinfrescare) solo le stanze nelle quali si passa più tempo, evitando di riscaldare camere inutilizzate; questo vale soprattutto per gli immobili più grandi.

La temperatura interna

Al di là di ogni personale esigenza o preferenza, il consiglio è quello di non superare i 20° di temperatura interna di casa. Oltre a permettere una netta riduzione delle spese, questo evita sbalzi di temperatura importanti tra l’interno e l’esterno che possono causare anche problemi di salute.

Impianti a basso consumo

Negli ultimi anni sono presenti sul mercato lampadine ed elettrodomestici a basso consumo che permettono di abbattere consistentemente i costi della bolletta. Al momento dell’acquisto di un elettrodomestico conviene quindi orientarsi su uno di classe energetica maggiore (A+++ è la massima) che, nonostante costi leggermente di più, permette consumi minori.

Allo stesso modo per le lampadine; quelle fluorescenti o a LED riducono di molto il consumo di energia permettendo di risparmiare sulla bolletta.

Accendere solo gli elettrodomestici che servono

Tra le abitudini di cui parlavamo all’inizio c’è sicuramente quella di tenere accesi elettrodomestici anche quando non servono. Escluso il frigorifero e forse pochi altri, molti possono essere accesi solo quando servono e spengerli subito dopo. Anche se minimi, a lungo andare, anche questi consumi incidono sul costo della bolletta della corrente.

Riscaldamento autonomo

Una soluzione ottima per risparmiare sulla bolletta è quella di ricorrere ad un impianto di riscaldamento autonomo. Questo, a differenza di quello centralizzato, permette di gestire i consumi, regolando la temperatura e gli orari di accensione e spegnimento, potendo rispondere alle reali esigenze di ogni singola unità abitativa e pagare per quello che si consuma realmente e non per quello che viene erogato anche quando non serve.

Autore: Daniele Diggy

Scrivi un commento